AGGIORNAMENTI dal GUATEMALA

— 3° COMUNICATO ANPIL onlus del 18/06/2018 —

A 15 giorni dall’eruzione del Vulcano de Fuego, in Guatemala sono oltre 12.000 le persone sfollate.
Al momento, nei centri di assistenza predisposti dalle istituzioni locali con il supporto di organizzazioni di volontariato, sono accolte circa 3.700 persone, tra cui centinaia di bambini.
Anche ANPIL onlus sta facendo la sua parte, apportando il proprio sostegno e partecipando alla raccolta fondi, per consentire ai volontari locali di avere la possibilità di acquistare il necessario per le famiglie colpite da questo drammatico evento.

Fortunatamente, i bambini sostenuti dalle famiglie italiane di ANPIL onlus che vivono a Tècpan, stanno bene; anche se il nostro referente locale, dott. Santos Tecun, ci ha segnalato alcuni casi di difficoltà respiratorie a seguito delle ceneri che si sono diffuse nell’aria. Per questo ci siamo attivati per assistere nel miglior modo possibile i bambini che ne hanno bisogno. 

Ringraziamo tutti gli amici di ANPIL che ci stanno contattando per rendersi utili e dare il loro contributo a sostegno di un’emergenza che, giornali e TV nazionali sembrano aver dimenticato.

— 2° COMUNICATO ANPIL onlus del 05/06/2018 —

Questa mattina abbiamo parlato telefonicamente con il nostro referente locale dott. Santos Tecum Morales, il quale ci ha riferito che la comunità di Tecpan non ha subito danni dall’eruzione del vulcano del Fuego, e nessuno ha dovuto abbandonare la propria casa.
Santos è riuscito a comunicare con la maggior parte delle famiglie aiutate da ANPIL, che stanno tutte bene, e sta cercando di raggiungere le rimanenti.
Abbiamo attivato una raccolta fondi straordinaria per poter dare anche il nostro contributo alle autorità locali che sono già attive.
I fondi che raccoglieremo serviranno per acquistare in loco beni di prima necessità che il nostro referente locale, dott. Santos Tecun Morales, porterà nei centri di raccolta organizzati nella città di Antigua Guatemala, i quali sono impegnati a garantire un primo soccorso alle comunità sfollate.

— 1° COMUNICATO ANPIL onlus del 04/06/2018 —

Questa notte è eruttato il vulcano del Fuego. Al momento si contano migliaia di sfollati, 25 morti e decine di feriti, anche se il numero sembra purtroppo destinato ad aumentare.
Il vulcano è vicino ad Antigua Guatemala e a circa 50 km dalla capitale Guatemala City. Una colonna di fumo alta chilometri si è alzata dal vulcano facendo ricadere cenere sui villaggi circostanti.
L’aeroporto è stato chiuso in via precauzionale.
Noi di ANPIL onlus stiamo cercando di metterci in contatto con i nostri referenti locali per avere notizie dei bambini aiutati dalle famiglie italiane.
I nostri bambini vivono nell’area rurale di Tecpan e circa 30 km in linea d’aria dal vulcano del Fuego.
Vi terremo aggiornati.